Scopri gli effetti provocati dalla cosmesi chimica

by Cris

Cosmesi e chimica? No, Grazie! Controindicazioni ed effetti negativi della cosmetica tradizionale.

Scopri leggendo in questo articolo cosa contengono i più comuni prodotti di largo consumo che trovi oggi sugli scaffali !

Noi come CremeNaturaliBio, crediamo fortissimamente nella cosmetica naturale biologica e oggi abbiamo deciso di scrivere un articolo dove condividere chiare indicazioni in cosa effettivamente sia contenuto nella cosmetica tradizionale e relativa composizione chimica.

L’industrializzazione ha portato sicuramente dei benefici nel secolo scorso, anche se purtroppo gli apparenti fattori positivi si sono sviluppati accompagnando le nostre vite con innumerevoli svantaggi ed effetti negativi.

Abbiamo purtroppo scoperto la maggior parte di questi devastanti effetti collaterali solo negli ultimi anni, grazie ai grandissimi passi e le scoperte effettuata dalla scienza.

Gli effetti negativi creati all’ambiente e all’uomo per il benessere di alcuni industriali e grandi capitalisti, sono presenti ovunque in natura.. ripercuotendosi quindi ovunque su noi stessi!!

Sempre più persone sono attente alla “chimica” presente nei cibi, e…

L’attenzione del consumatore oggi si rivolge anche su cosa si spalma e si preoccupa dei composti chimici contenuti nei prodotti cosmetici o per la cura della persona.

 

LA COSMESI TRADIZIONALE «SINTETICA» COSA CONTIENE??

CONSERVANTI SINTETICI


Kathon 

È un conservante e battericida di sintesi ad ampio spettro, attivo anche a bassi dosaggi, è considerato un forte sensibilizzante. Non è ammesso in campo farmaceutico.

Triclosan 

La sua formula chimica simile alla diossina ha dato adito ai primi sospetti e alle prime indagini. può causare antibiotico-resistenza e contribuire allo sviluppo di allergie, inoltre è sospettato di essere un interferente endocrino. Gli Usa l’hanno vietato, ma non bisogna allarmarsi: nella maggior parte dei casi, i produttori non lo utilizzano più. E per i pochi prodotti che lo contengono (specialmente dentifrici) si trovano facilmente alternative.

Quaternium 15 

È costituito da un sale di ammonio quaternario. Conservante e antisettico viene usato anche come disinfettante e deodorante in detergenti e deodoranti. Rilascia formaldeide, è tossico e produce sensibilizzazione.

 

ALTRI CONSERVANTI SINTETICI

Imidazolidinyl urea e Diazolidinyl urea 

Conservanti di sintesi che rilascia formaldeide. È ammesso in cosmetica, ma non in farmaceutica. Causa sensibilizzazioni e allergie.

Methyl paraben, Propyl paraben, Butyl paraben, Ethyl paraben 

La famiglia dei parabeni costituisce il gruppo di conservanti più utilizzati dall’industria cosmetica.Possono dare luogo ad intolleranze, soprattutto alle pelli particolarmente sensibili. Sono potenziali interferenti endocrini ovvero sostanze in grado interferire con il nostro sistema ormonale con il rischio di alterarne il normale funzionamento compromettendolo.

Etyhylhexymethoxicinnamate (filtro solare) e BHA (antiossidante) Sono potenziali interferenti endocrini.


TENSIOATTIVI


MEA/TEA/DEA (amine e amino derivati)

Sono sostanze che contengono Monoethanolamine (MEA), Triethanolamine (TEA), Diethanolamine (DEA).

Penetrando nella pelle possono dar luogo alla formazione di nitrosamine (sostanze cancerogene) e a loro depositi residuali. Si tratta di acidi grassi di sintesi o ricavati dall’olio di cocco utilizzati come emulsionanti e schiumogeni. Presenti ovunque in cosmetici, detergenti, shampoo e balsami, queste sostanze si trovano combinate sia fra loro, sia con altri tensioattivi o emulsionanti e sono facilmente assorbite dalla pelle. Sono inoltre sensibilizzanti, tossiche e disidratanti. Favoriscono la formazione di acne e forfora.

Appartengono a questa categoria:

Cocamide DEA/TEA/MEA,

Industria_chimica

immagine di repertorio di un industria chimica

Oleamide DEA/TEA/MEA,

Lauramide DEA/TEA/MEA.

Linoleamide DEA

Myristamide DEA

Stearamide DEA

DEA-Cethyl Phosphate

DEA-Oleth-3 Phosphate

TEA-Lauryl Sulfate Thiethanoamine

 

ALTRI TENSIOATTIVI


Sodium Lauryl Sulfate (SLS) e il Sodium Laureth Sulfate (SLES) 

Sono tensioattivi di sintesi derivati dall’ossido di etilene, utilizzati in detergenti, saponi, shampoo e bagnoschiuma. Sono irritanti, disidratanti, comedogenici, favoriscono cioè la formazione di acne e comedoni o punti neri; il danno dipende dalla loro concentrazione nel prodotto e dalla durata del contatto. Provocano alterazioni nell’epidermide e l’irritazione può non essere evidente dopo l’uso, ma manifestarsi nel tempo. Si depositano sulla superficie della pelle e nei follicoli.

 

ADDITIVI ED EMULSIONANTI NEI COSMETICI


Polyethyleneglycole (PEG) 

Categoria di sostanze emulsionanti di sintesi. In detergenti e shampoo sono utilizzate per ottenere emulsioni viscose, mentre nelle creme consentono di ottenere emulsioni con effetto emolliente e umettante. L’effetto è solo apparente, poiché non apporta effettiva idratazione, nascondendo il reale stato della pelle. In particolare le pelli sensibili o danneggiate devono evitare PEG6, PEG20, PEG 75.

Propylen glycol, Butylen glycol, Polypropylene glycol 

Sono utilizzati come solventi e diluenti nelle emulsioni. Facilitano la fluidità e la tenuta delle emulsioni, evitando la separazione dei componenti. Hanno un alto grado di penetrazione nella pelle, per cui vengono anche usati come veicolo di trasporto dei principi attivi. L’uso continuo causa sensibilizzazione ed aumenta la permeabilità della pelle. Il Propylen Glycol è anche utilizzato in fitocosmetica per estrarre i principi attivi dalle piante.

Ethylene glycol 

Solvente sintetico. Irritante, tossico. Nell’ambiente favorisce inquinamento da ozono.

OLII di BASE ED ALTRI COMPONENTI

TIPO PARAFFINA, VASELINA, OLIO MINERALE, OLIO DI SILICONE, ecc…

Paraffinum Liquidum, Paraffin, Mineral Oil, Dimethycone, Ciclomethycone, Ozocherite, Ceresin, ecc..

  • Paraffina, vaselina, olio minerale e olio di silicone sono derivati dal petrolio;
  • lasciano una gradevole sensazione sulla pelle ma possono otturare i pori;
  • danno fenomeni di occlusione alcuni di questi derivati si possono accumulare nel fegato, nei reni e nelle ghiandole linfatiche.

 

UN COSMETICO SINTETICO NON AIUTA LA PELLE E NEMMENO LA NOSTRA SALUTE !!!

Gli ingredienti chiaramente indicati e riportati in questo articolo, si trovano comunemente nei cosmetici di sintesi o “pseudo” naturali in circolo nel mercato globale.

I cosmetici odierni sono una miscela di  composti spesso derivati dal petrolio!!

Ecco dove si possono trovare i comuni componenti dei cosmetici di sintesi:

Olio freni e Radiatore Propylene Glycol

Derivato dal gasolio, paraffinum, ozocherite, ceresin,

Plastiche: Polyethylene, polypropylene


Siliconi (dimethicone, cyclomethicone) lucidanti per cruscotti ed antischiuma

Vano motore mineral oil, paraffimun liquidum

ORA QUELLO SU CUI VORREI CHE TU RIFLETTESSI INSIEME A ME, SONO DUE SEMPLICI DOMANDE:

  • Metteresti sulla pelle cosmetici a base di olio per freni, sgrassatore per motori o antigelo per radiatori?
  • Secondo te, la nostra pelle è simile ad un motore di automobile?

Trovo personalmente quantomeno discutibile che per trarre profitto, le grandi aziende forzino operazioni capitaliste a base speculativa, letteralmente sulla pelle del consumatore..

Confidiamo che questo articolo possa aver aiutato a comprendere meglio cosa è contenuto nella maggior parte dei cosmetici tradizionali in vendita sul mercato globale (tutto il mondo) e in special modo, cosa controllare ora nell’etichetta degli ingredienti del prodotto che siete intenzionati ad acquistare..

Share this article

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.